Le marmellate

A breve, insieme all’estate arriveranno ancora tanti frutti maturi, colorati e sugosi, perfetti per dare nuovamente il via alla “famosa” produzione (qui vi farei l’occhiolino, se fosse possibile!) di marmellate della Panoramica Gubbio. L’anno scorso la preferenza è stata data alla confettura di fichi e alla confettura di albicocche e vaniglia e anche a quella delle pesche dei miei alberelli. Ma dopo avere scoperto, a fine estate, un posto segreto dove andare a raccogliere le more, conto ad agosto di riuscire finalmente a raccoglierne abbastanza! Io stessa ne ho piantate un po’ nel mio giardino, ma ancora non bastano!  Devo ammettere che ogni anno miglioro un po’ e spero che anche quest’anno le mie marmellate siano ancora più buone di quelle dell’anno scorso. Riuscirò a farne abbastanza e ad avere dei barattolini da regalare ai miei ospiti? L’anno scorso ho piantato una ventina di alberi da frutta ma bisognerà attendere che crescano un po’ prima di potere contare su di una produzione significativa. Lo scopo è infatti di produrre sempre più marmellate caserecce e rigorosamente controllate: solo frutta da coltivazione biologica. Voglio potere disporre di frutta del mio giardino, toccata solo da pioggia e sole, sana e pura, senza conservanti se non quelli naturali come zucchero e limone.